Bilancio di Fine Mandato

A conclusione del mandato istituzionale è buona prassi raccontare e rendicontare il lavoro svolto durante i cinque anni di amministrazione. Si tratta di un’operazione di trasparenza nei confronti degli stakeholder (i cittadini in primis) e dei futuri amministratori, ma anche l'occasione per riflettere sul percorso compiuto e restituire a chi legge il senso unitario dei passi compiuti.

Per fare questo lo strumento più indicato è quello del Bilancio di Fine Mandato, un documento che ha come finalità principale, quella di dimostrare in quali termini si è svolta l’attività dell’Amministrazione durante tutto il periodo di mandato. Ciò non per semplice formalismo o per una mera questione di immagine, ma per verificare la coerenza dell’attività svolta con gli impegni politici assunti al momento dell’insediamento, rendendo conto agli elettori e a tutti i cittadini su come sono state utilizzate le risorse pubbliche che l’Amministrazione si è impegnata a gestire.

L’impegno di Innovazione Pubblica

Per dare una risposta concreta alla richiesta di informazione da parte dei cittadini, i professionisti di Innovazione Pubblica sono in grado di assistere e supportare le Pubbliche Amministrazioni per la redazione del Bilancio di Fine Mandato. Tale documento rappresenta un autorevole mezzo di comunicazione, chiaro e diretto, delle attività svolte e dei risultati conseguiti dell'Ente, in grado di rendere possibile un proficuo processo di confronto su tutto quanto è stato compiuto dall'Ente. L'intervento proposto supera lo schema classico del puro rendiconto contabile che deve essere obbligatoriamente approvato entro il 30 giugno di ogni anno.
Prevale infatti l’elemento descrittivo e figurativo su quello puramente contabile e ciò soprattutto al fine di assicurare l'accessibilità delle informazioni anche ai non addetti ai lavori.

Da un punto di vista gestionale, infatti, un'eccessiva enfasi sul principio di efficienza amministrativa, tout-court, non correlato al perseguimento degli interessi collettivi e all'adeguatezza della visione politica, può produrre una dispersione della capacità di conseguire le finalità caratteristiche della P.A.
Questo può portare ad una conseguente perdita di legittimità e consenso da parte del cittadino-cliente: egli non valuta la P.A. in base alle informazioni di tipo economico finanziario, ma piuttosto rispetto all'effettiva capacità dell'Amministrazione di rispettare i valori e gli obiettivi dichiarati e alla corrispondenza tra il suo sistema di interessi e bisogni e le risposte complessive che gli vengono fornite.

Per la corretta realizzazione dell'intervento (sviluppo dei contenuti, progettazione grafica, stampa, pubblicazione e consegna), Innovazione Pubblica si concentrerà principalmente sulla raccolta, analisi ed elaborazione dei seguenti dati:

  • Bisogni del territorio di riferimento;
  • Aspettative ed esigenze delle parti interessate;
  • Quadro delle competenze dell’Ente;
  • Principi e Politiche generali;
  • Politiche di settore e obiettivi programmatici;
  • Sistema di indicatori;
  • Valutazione degli interventi realizzati in termini di performance sociale ed economica.

Costi:I costi relativi alla realizzazione dell’intervento dipendono dalla complessità dell'Ente committente, dal numero di esemplari e dai materiali da utilizzare.

News:
Copyright © J-Service s.r.l.  - P.I. 01005650955
Innovazione Pubblica è composta e amministrata dalle società: NovaEtica soc. coop. - Jservice s.r.l. - Omnias s.r.l.